About Mongolia


Nel 1206, un unico stato mongolo si è formata sulla base di gruppi tribali nomadi sotto la guida di Chinghis Khan. Lui ed i suoi immediati successori conquistato quasi tutta l'Asia, Russia europea; e ha inviato gli eserciti per quanto riguarda l'Europa centrale, sud-est asiatico e in Giappone. nipote di Chinghis Khan Kublai Khan, che ha conquistato la Cina e ha stabilito la dinastia Yuan (1279-1368), ha guadagnato la fama in Europa attraverso gli scritti di Marco Polo.

Anche se confederazioni Mongol-guidati a volte esercitato ampio potere politico sui loro territori conquistati, la loro forza è diminuita rapidamente dopo la dinastia Yuan in Cina è stato rovesciato nel 1368. I Manchu, un gruppo tribale che ha conquistato la Cina nel 1644 e formò la dinastia Qing, erano in grado di portare la Mongolia sotto controllo Manchu nel 1691 con due condizioni principali: in primo luogo, le nazionalità Han non dovrebbe essere risolta nel suo territorio, e in secondo luogo, gli Han non dovrebbero sposarsi khalkha. I governanti mongoli godevano una considerevole autonomia sotto i Manchu, mantenendo il suo confine, lingua e cultura. Con il crollo della dinastia Manchu nel 1911, la Mongolia ripristinato la sua indipendenza. Tuttavia, dal trattato trilaterale 1915 del Kyakhta tra la Mongolia, la Cina e la Russia, la Mongolia è stata costretta ad accettare la sovranità cinese. Nel 1921, la Mongolia rivendica la sua indipendenza (il 11 luglio, la rivoluzione del popolo), con l'aiuto della Russia sovietica. La Repubblica Popolare Mongolo è stata proclamata il 26 novembre 1924, adottando la prima costituzione.

Mongolia si unisce alle Nazioni Unite nel 1961. Durante il confronto tra l'ex Unione Sovietica e la Repubblica Popolare Cinese, la Mongolia alleò con Mosca, per permettere un intervento delle truppe sovietiche sul suo territorio. Queste truppe sono state però ritirate dalla Mongolia nel 1992. Da quel momento, il paese è mantenere la parità, la politica equilibrata nei confronti dei suoi vicini. Nei primi mesi del 1990, transizione pacifica verso la verifica democrazia e l'economia di mercato, con l'adozione della nuova costituzione nel 1992. La Mongolia è un Paese politicamente libero, che mantiene il sistema multi-partitico, con fino al 80 per cento del PIL viene prodotto dal settore privato. Sono stati organizzati con successo diverse libere elezioni parlamentari. Mongolia si considera come un forte titolare della democrazia in Asia interna.